Dimagrire: siamo tutti uguali, o no?


Il corpo umano è fondamentalmente lo stesso, abbiamo 2 mani, 2 gambe, una testa, uno stomaco, un cuore e così via.

Eppure siamo tutti diversi.

usain_bolt_1Ci sono quelli che corrono i 100 mt come delle saette e quelli che possono correre per 42 chilometri e fare ancora uno scatto bruciante sul traguardo.Maratona

Ci sono quelli che possono lanciare un disco di metallo a 80 metri di distanza e quelli che saltano oltre 2 metri con un balzo.

Ci sono campioni di calcio che non saprebbero tenere in mano una stecca da biliardo e campioni di bocce che non sanno nuotare.

Insomma, è inutile ribadirlo, ma siamo tutti diversi uno dall’altro.messi

takerukobayashiAnche a tavola ci sono atteggiamenti diversi: una persona potrebbe mangiare 4 pizze in 20 minuti e un altro che a malapena ne mangia 1 in un’ora.

Ci sono persone che si scolano 1 litro di vino e scalano le montagne e altri che solo sentire l’odore dell’alcool sono già ubriachi.

Così come al di fuori, anche dentro il nostro corpo gli alimenti si comportano in modo diverso.

Ci sono carboidrati, proteine, grassi e fibre che svolgono i loro compiti in modo diverso da persona a persona.

Ecco il motivo per cui un certo tipo di alimentazione fa ingrassare di più Tizio di Caio e perché una dieta fa dimagrire più velocemente Pinco di Pallino.

AlimentiVariE allora, perché il dietologo prescrive gli stessi ingredienti, seppure in quantità diverse, a persone diverse?

Per il semplice motivo che NON SA. esplorandocorpoumano

Non dico che non sa il suo mestiere, lungi da me un’affermazione del genere, ma non sa cosa si nasconde in ognuno di noi.

La volta scorsa ho accennato al fatto che nel nostro DNA ci sono alcune informazioni utili per aiutare il dietologo a svolgere meglio il suo compito, ma per estrarle occorre fare un investimento.

A questo punto una domanda dovrebbe sorgere spontanea in noi: “quanto vogliamo veramente perdere peso?”

Quanto siamo veramente convinti di volerlo fare?

Come già detto, chi è stato da un dietologo ha dovuto pagare delle cifre, piò o meno consistenti, quindi non ci dobbiamo stupire o scandalizzare se per seguire un percorso alimentare basato sul nostro DNA, si debba spendere, oltre tutto una volta sola, mentre dal dietologo si deve aprire il portafoglio tutte le volte che andiamo a trovarlo.Dna_04

È vero, può sembrare che il costo per questo servizio possa sembrare elevato, ma quanto siamo disposti a pagare per migliorare la nostra salute? Paperone_1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.