VITAMINA C E AVVELENAMENTO AMBIENTALE


Inquinamento_01

La lotta contro inquinamento e avvelenamento da sostanze tossiche non conosce sosta. Ogni giorno ci sono allarmi e contromisure per salvaguardare la nostra salute dagli attacchi di sostanze nocive.Inquinamento_03

Governi e istituzioni cercano di fare qualcosa, ma non è sempre possibile vuoi per interessi personali, vuoi per incapacità e scarsità di idee.

La natura, come al solito, può venire in aiuto di se stessa e di conseguenza contribuire anche a preservare la nostra salute.

Da numerosi studi eseguiti in diverse parti del mondo, si è giunti alla conclusione che, ad esempio, i bambini che vivono in aree urbane densamente popolate, quali possono essere le città, anche se non ingeriscono direttamente scaglie di vernice a base di piombo hanno presentato, all’analisi, livelli pericolosamente alti di questo metallo tossico nei loro organismi.Inquinamento_02

Occorre precisare che, dalla data della pubblicazione di questi studi ad oggi, molte cose sono mutate.

La progressiva dismissione di idrocarburi a base di piombo, l’avvento della cosiddetta “benzina verde” (che presenterà in futuro altro genere di problemi, ma per il momento almeno ha risolto quello dell’avvelenamento da piombo), l’introduzione di marmitte catalitiche e l’aggiornamento dei propulsori che sono stati, via via, sempre più modernizzati, ha fatto si che la percentuale di piombo nell’aria venisse abbattuta, ma non del tutto.

L’accumulo di piombo nel sangue, decrementa la possibilità di smaltimento dal corpo umano, quindi con il passare del tempo aumenta progressivamente la possibilità di avvelenamento.

Inquinamento_04I sintomi di tale accumulo possono essere: irritabilità, stanchezza, insonnia, costipazione intestinale, confusione, disturbi renali, convulsioni, paralisi e in ultimo la morte.

Molti bambini, intossicati dal piombo, soffrono di iperattività e ritardo mentale irreversibile, oltre che sintomi puramente fisici.

In molti esperimenti e studi, volti a determinare il grado di tossicità dell’ingestione di piombo, è stato notato che spesso la vitamina C appare un antidoto agli effetti devastanti dell’avvelenamento.piombo

Il dottor E.D.Hobart, insieme ai suoi collaboratori del Rush Medical College di Chicago, hanno appurato che il danneggiamento muscolare da intossicazione da piombo è molto più grave quando il livello di vitamina C nel sangue è basso.

I ricercatori hanno affermato che la vitamina C è essenziale per produrre il tessuto connettivo che circonda e protegge le fibre muscolari.

In uno studio pubblicato dal Tohoku Journal of Experimental Medicine, sono stati riportati i risultati di esperimenti effettuati su cavie di laboratorio alimentati con cibo contenente piombo in percentuali elevate, ma alle quali, nel contempo, veniva somministrata vitamina C che, a lungo andare, ha prolungato loro la vita.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *