VITAMINA C e INTEGRATORI


 

Uno degli elementi naturali dove è più presente la quantità di vitamina C è senza alcun dubbio la Ciliegia Acerola. 200px-Malpighia_glabra
Di quale frutto si tratta?
In effetti non è proprio una ciliegia, così come la intendiamo noi, si tratta più che altro di una bacca, il suo nome scientifico è Malpighia Glabra.
Tratto da wikipedia: “è una pianta che cresce spontanea in America centrale e meridionale, soprattutto in Brasile e in Porto Rico. Dopo il frutto di Terminalia ferdinandiana quello di acerola è il più ricco di vitamina C; contiene inoltre vitamina B6, B1 e A, flavonoidi e minerali (ferro, calcio, fosforo, potassio e magnesio).”
Come possiamo notare è un concentrato di parecchi elementi vitaminici e minerali.
Continua: “Il frutto di questa pianta, comunemente conosciuto come “ciliegia delle Indie Occidentali” o “ciliegia di Barbados”, ha un diametro di 1–2 cm e, pur assomigliando molto alla ciliegia europea, al suo interno presenta degli spicchi, come il mandarino. L’acerola è succosa e morbida. Senza l’aggiunta di zucchero, il gusto è asprigno per l’alto contenuto di vitamina C: infatti mentre le arance forniscono da 500 a 4.000 ppm di vitamina C, l’acerola in natura raggiunge dai 16.000 ai 172.000 di ppm.”
Ora se facciamo una proporzione in milligrammi, proporzianando i valori, si andrebbe da un minimo di 1,6 grammi a 2,2 grammi circa per ogni 100 grammi di parte edibile, ovverosia dall’1,6% al 2,2%.
zoneclimaCome riportato da Wikipedia, il frutto è di natura tropicale, cresce e si sviluppa in quella fascia specifica che comprende Messico, America Centrale, Caraibi e parte nord dell’America del Sud e buona parte del Brasile.
Pensare di poterla importare, come si usa abitualmente con la frutta e la verdura che “non dovremmo” trovare sulle nostre mense, è impossibile anche perché la frutta e la verdura, per poter assolvere bene i compiti nutrizionali, devono essere consumate a maturazione completa, cosa impossibile per questi prodotti “non a Km Zero”.
…………. Fine della prima parte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.