VITAMINA C Sesta parte


LA COPPIA PERFETTA

Secondo alcuni studiosi, per poter sfruttare al meglio le qualità della vitamina C, andrebbe aggiunto all’alimentazione quotidiana del germe di grano. germe-di-grano-proprieta-e-benefici_76c6e2966dced966d01b52906b388cec
Il premio Nobel Albert Szent-Gyorgy, che fu il primo ad isolare la vitamina C, constatò un anno dopo la sua scoperta che ciò che permette all’acido ascorbico di funzionare, sia nella respirazione umana che nelle piante, sembrava mancare alla vitamina pura.
Alcuni anni dopo un amico di Szent-Gyorgy gli disse che da tempo non soffriva più di raffreddori per merito della mistura che assumeva ogni giorno; egli prendeva lievito di birra con germi di grano a colazione.
Lo studioso, che soffriva a sua volta di raffreddori cronici, adottò la stessa abitudine e da allora constatò che anche i suoi malanni respiratori tendevano a regredire.
Szent-GyorgySzent-Gyorgy effettuò una approfondita ricerca biochimica e riscontrò che la sola funzione del lievito di birra nella miscela era quella di scindere i glucosidi del germe di grano. Poiché l’organismo è in grado di compiere quest’azione da solo, decise di eliminare il lievito di birra dalla colazione.
Szent-Gyiorgy assumeva a colazione una banana affettata, sulla quale spargeva 5 gr di germe di grano, e vi aggiungeva del latte. Dopo di ché prendeva del tè al quale aggiungeva 1000 mg di acido ascorbico invece del limone.y
Nel pomeriggio prendeva ancora del tè con altri 1000 mg di acido ascorbico.
In successive ricerche il dottor Szent-Gyiorgy riuscì a stabilire una complessa serie di reazioni tra l’acido ascorbico e i chinoni prodotti dalla scissione dei glucosidi del germe di grano.
Queste reazioni venivano provocate dal manganese contenuto nel germe di grano.
Alcune di queste sostanze sono contenute nella maggior parte delle piante alimentari, ma sono presenti in forti quantità nel germe di grano.
Secondo il dottor Szent-Gyiorgy, la combinazione fra l’acido ascorbico e il germe di grano può portare grossi benefici alla nostra salute.
Questi due elementi naturali, presi singolarmente, apportano benefici all’organismo, ma è dalla loro sinergia che ne derivano veri e propri baluardi salutari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *