Alimenti e VITAMINA E


La vitamina E è disponibile in discrete quantità negli oli a partire da quello di germe di grano, a quello di girasole, ma possiamo trovarla anche nel burro e nella frutta secca.

Il motivo per cui è presente in questi alimenti è abbastanza semplice, essendo la vitamina E un antiossidante, in questi cibi previene la perossidazione dei lipidi.

Medici e dietisti asseriscono che non è necessario integrare le vitamine in quanto una alimentazione equilibrata fornisce tutti i nutrienti di cui l’organismo necessita.

L’assunto potrebbe essere condivisibile se l’alimentazione fosse veramente equilibrata, ma nella quasi totalità dei casi essa non è per nulla equilibrata.

I fattori che squilibrano la dieta sono molti: salto del pasto o nel migliore dei casi incompleti, coltivazioni intensive, raccolte di frutta e verdure ancora acerbe, conservazioni, lavorazioni e trasporti.

Tutti questi fattori vanno a detrimento dei nutrienti; le vitamine soprattutto sono estremamente delicate e sono danneggiate principalmente da luce e calore.

La vitamina E, che come abbiamo visto è presente in quantità negli oli, deve proprio alle sue caratteristiche protettive l’esigenza di integrare.

Infatti se questi lipidi vengono attaccati dai radicali liberi, innescando il processo di ossidazione, la vitamina E interviene , ma si riduce di quantità.

Quindi il maggior consumo di oli, con tutto quel che ne consegue in termini calorici, non è sufficiente comunque ad integrarla.

 

alimenti-con-Vitamina-E-o-Tocoferolo1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *