VITAMINA GRUPPO B INOSITOLO Cuore e Bistecca


Perché non assumiamo più le vitamine necessarie?

Perché i nostri antenati, soprattutto quelli primitivi, erano più in salute di noi? (Fatte ovviamente le debite proporzioni sulle varie cause di mortalità)

Perché l’alimentazione era diversa.

Oggi siamo abituati ad assumere cibi sempre più raffinati, veloci da cuocere e belli da presentare, ma spesso gli elementi nutritivi sono nelle parti dei cibi che vengono gettati.

I popoli primitivi, quando cacciavano e uccidevano le prede, si cibavano con il cuore, il cervello e il fegato degli animali, lasciando ai cani i tessuti (le bistecche)

Nel caso dell’Inositolo, infatti, la maggior quantità la si può riscontrare proprio nel cuore e nel cervello del manzo, oltre che nel germe di grano, ma anche in questo caso il germe non fa parte di una normale e comune alimentazione.

L’alimentazione modificata nel corso del tempo, ha creato delle carenze nutrizionali che debbono essere integrate al di fuori della dieta.

Nel caso specifico dell’Inositolo, oltre alla carenza esterna, può esserci anche una carenza interna, essendo questa vitamina prodotta dai batteri intestinali, si tratta di una carenza dovuta all’utilizzo di antibiotici e all’assunzione di elementi chimici che rallentano o bloccano addirittura l’assunzione di questo elemento.

Dove possiamo trovare l’Inositolo?

CERVELLO DI MANZOCUORE DI MANZORISO GREZZOMELASSA GERME DI GRANOFRUMENTO BULGARO

SEMI OLEOSI (noci, nocciole, mandorle) – LIEVITO DI BIRRA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.