VITAMINA GRUPPO B INOSITOLO: l’azione


La carenza di piridossina o inositolo, non da sintomi evidenti come può essere lo scorbuto con la vitamina C.

Lo scienziato canadese Abram Hoffer, ricordato per il famoso test HOD, cita: “per decenni ci si è occupati troppo poco di questa vitamina”hoffer

Secondo il medico ricercatore il 75% dei pazienti che soffrono di disturbi mentali, ha una carenza di piridossina.

Di questa percentuale, oltre il 30% sono comunque affetti da schizofrenia.

Il dottor Hoffer ritiene che un’integrazione di vitamina B6 possa prevenire il rischio di queste patologie.

La piridossina svolge molteplici funzioni, essa mantiene l’equilibrio fra sodio e potassio nei liquidi del nostro corpo.

enzimiQuesto è importante per il nostro sistema nervoso, gli ioni di sodio mediano la trasmissione degli impulsi nervosi collegati alla muscolatura.

Il sodio, che è una componente del sale comune, favorisce il deposito di acqua nelle nostre cellule.

Se mangiamo cibi troppo salati, o consumiamo dosi inadeguate di vitamina B6, provochiamo eccessivi depositi di acqua (edemi) nelle gambe, nel viso e nelle mani.

Il fenomeno del “ventre gonfio” potrebbe essere non altro che una carenza di piridossina. pancia-gonfia-rimedi.640x480.3479

L’intestino è costituito da miliardi di sottilissimi canali, nei quali il sodio regola il passaggio delle sostanze nutritive al sangue.

Nel caso di cibi troppo salati o di carenza di inositolo, si concentrano miliardi e miliardi di molecole d’acqua.

Un solo pasto può richiamare e trattenere nel tessuto dell’addome un litro d’acqua.

Un caso eclatante fu quello di uno scienziato americano che, dopo aver partecipato ad un congresso in Giappone, partecipò ad un banchetto di 12 portate, molto salate e speziate, e non riuscì ad espellere acqua nelle 26 ore seguenti, a causa dell’azione del sodio nel suo organismo.

Vi sono atleti che non riescono a smaltire il gonfiore del ventre, nonostante molteplici esercizi fisici, semplicemente per il tenore salato dei cibi che consumano.

saleLa piridossina ha il compito di incorporare il patrimonio genetico nei nuclei delle cellule ed è perciò responsabile della riparazione delle cellule danneggiate e della crescita e della corretta scissione di quelle integre.

Collabora alla produzione di globuli rossi e dell’emoglobina.

Esistono 3 tipi di vitamina B6: la piridossina, vitamina di origine vegetale e 2 forme, il piridoxal e la piridoxamina, entrambe contenute nel fosforo e presenti nel tessuto animale.

Nel metabolismo umano, essa viene assimilata specialmente nella sua forma priva di fosforo e fosforilata al suo ingresso ne fegato e nelle cellule del corpo umano più in generale, predisponendosi in questo modo alla produzione di enzimi.

La vitamina B6 di origine animale viene prima liberata dal fosforo nell’intestino e poi fatta circolare nell’organismo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *