VITAMINA GRUPPO B NIACINA: dove si trova?


Abbiamo parlato della niacina e delle patologie che può prevenire, ma dove possiamo trovare questo importante componente?

In primo luogo occorrono, secondo i dettami LARN, 18 mg di niacina al giorno.

E’ chiaro che assumerne qualche milligrammo in più non è vietato anzi, essendo una vitamina idrosolubile, il nostro organismo ne recepisce la quantità che gli è più necessaria.

Vediamo quali sono gli alimenti che ne contengono di più.

L’elemento nutrizionale che ne contiene di più è il tonno, possibilmente fresco, che ne contiene 20,10 mg ogni 250 grammi di prodotto.

In pratica, fermo restando che 250 grammi di tonno sono una discreta quantità anche se consumata nel corso della giornata, occorre anche considerare in che modo questo tonno viene cucinato, per poter preservare la vitamina.

L’acqua è uno degli elementi antagonisti della niacina, quindi sarebbe preferibile una cottura al cartoccio oppure al vapore.

sashimiI giapponesi che notoriamente mangiano il tonno crudo (sashimi) sicuramente assimilano in modo corretto la niacina.

Subito dopo nella scala quantitativa troviamo il pollo che contiene 17,10 mg ogni 250 grammi di prodotto, quindi tacchino e coniglio con, rispettivamente, 16,00 e 16,70 mg sempre per 250 grammi, e il fegato di manzo 16,40 ogni 100 grammi.

In questo caso, essendo il fegato l’organo che trattiene la niacina nell’organismo, è sicuramente l’elemento nutrizionale dove maggiore è la presenza della vitamina.fegato_bovino

Anche le altre frattaglie (cuore, rognone) ne contengono una discreta quantità, intorno ai 10/15 mg ogni 250 grammi, e troviamo 6,70 mg di niacina in 250 grammi di prosciutto cotto di maiale.

RognoneCome possiamo vedere sono gli animali che la “fanno da padrone”, proprio per la natura stessa della vitamina, ma anche in altre componenti vegetali come i semi di girasole (250 grammi per 8,20 mg di niacina), i piselli (250 gr per 3,90 mg) e le nocciole (10 nocciole grandi sono pari a 3,10 mg di niacina).

Infine possiamo trovarne tracce (2/5 mg) nella farina integrale (250 grammi) e nel lievito di birra (10 grammi).lievito-di-birra

Quindi fatte le debite proporzioni possiamo notare che assimilare la corretta quantità giornaliera di niacina non è così semplice e immediato, da queste evidenti carenze alimentari possono derivare quelle patologie subcliniche che danneggiano il nostro sistema nervoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.