VITAMINA GRUPPO B RIBOFLAVINA nella salute umana


Un po’ di storia.

Fin dal 1879 la riboflavina era riconosciuta come un pigmento del latte (enzima giallo antico), nel 1933 il dottor Gyorgy con altri colleghi riuscì a identificarla e isolarla nella sua forma pura e dimostrò la sua importanza come fattore di crescita.

La riboflavina è un costituente fondamentale del tessuto vivente e svolge un ruolo fondamentale nel processo metabolico delle proteine.cellule-staminali

In mancanza di questa vitamina non è possibile che si formino nuovi tessuti né che si riparino quelli danneggiati.

La sua importanza deriva dalla reazione con le proteine per la formazione degli enzimi flavoproteici, che entrano in una vasta gamma di reazioni metaboliche.

Come laL-tryptophan-3D-balls tiamina anche la riboflavina entra nel processo di utilizzazione degli alimenti. La prima è utilizzata dall’organismo nell’ossidazione dei carboidrati, mentre la seconda presiede al metabolismo dei lipidi.

Questi ultimi, come le proteine e i carboidrati, sono fra i principali componenti strutturali delle cellule viventi e fanno parte del metabolismo energetico.

La riboflavina è necessaria per il metabolismo del triptofano, un amminoacido naturale, componente essenziale per una crescita ottimale nell’infanzia e per un giusto equilibrio azotato negli adulti.Triptófano

L’organismo trasforma il triptofano in niacina quando è necessario e la riboflavina è indispensabile affinché si verifichi questa trasformazione.

Questa vitamina è un componente del pigmento retinico dell’occhio, dove partecipa al processo di adattamento alla luce.

Il fatto che la riboflavina “fa bene agli occhi” è noto da tempo ed è dimostrato dal fatto che una carenza può produrre arrossamento degli occhi, congiuntiviti e cataratte.cataratta-densa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *