VITAMINE DEL GRUPPO B


Dopo aver parlato abbastanza approfonditamente della vitamina “principe”, la vitamina C o Acido Ascorbico, proviamo a trattare un gruppo di vitamine, da tutti conosciute come Vitamina B.

Come accennato, si tratta di un complesso vitaminico dove ogni componente lavora in perfetta sinergia con gli altri e insieme garantiscono un po’ più di salute al nostro organismo.

Quali sono le caratteristiche delle “vitamine B”?

Per prima cosa, avendo in comune molte di queste caratteristiche, spesso sono definite come il “complesso B”; inoltre derivano dalle stesse fonti (fegato, grano integrale, lievito di birra). Fegato-di-Vitello

Le vitamine B non compaiono mai da sole nei prodotti naturali, ma sempre come intero complesso. Pane-Integrale

Le vitamine B lavorano in questo modo da milioni di anni, affrontano insieme i problemi legati al metabolismo e quindi non serve acquistare solo la vitamina B3 per curare un particolare disturbo, se non sono presenti tutte le vitamine del complesso B, la B3 da sola non ha alcuna possibilità di essere efficace.

La carenza di vitamine B è molto diffusa, questo dipende dal fatto che esse sono radicate nei germogli e nella buccia del grano, del riso o anche della melassa che poi vengono eliminate nei processi di raffinazione.

Così il prezioso riso grezzo diventa riso brillato, ma è privo di vitamina e il grano raffinato diventa solo una bianca farina con le stesse qualità vitaminiche che possiamo trovare nello zucchero contenuto in una zuccheriera.

Le conseguenze che possono derivare da questa carenza sono l’incanutimento della capigliatura o la caduta, la depressione e altri disturbi. 116112513-sopracciglio-dirigente-ignorare-capelli-grigi

Il gruppo B è uno dei complessi vitaminici più importanti per il nostro organismo; così come la vitamina C ci protegge e ci difende da molteplici complicanze, anche il gruppo B agisce nel profondo, aumentando il nostro metabolismo con tutte le conseguenze positive del caso.

Prendiamo in esame la Tiamina o vitamina B1, in un grammo di grano integrale sono presenti 3,5 microgrammi di sostanza mentre nel grano raffinato, quello bianco per intendersi, il livello si riduce allo 0,8 microgrammi. Occorre considerare che l’organismo umano nel corso del suo sviluppo millenario, si è sempre basato sul grano integrale quindi, dato che la raffinazione del frumento è una pratica relativamente recente, è possibile che ciò possa portare a degli scompensi metabolici, dovuti alla mancanza del livello ottimale di Tiamina.

tenueUn altro fattore che depaupera il livello di vitamina B è lo zucchero, che influisce sulla flora intestinale e sull’autoproduzione delle vitamine del complesso B ad opera dei batteri intestinali.

Allo stesso modo anche alcool e caffè contribuiscono in maniera efficace a deteriorare l’assimilazione di queste vitamine da parte delle cellule, causando una carenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *