ZINCO


Le proprietà dell’elemento chimico ZINCO sono molteplici. Si potrebbe assimilare ad un vigile urbano che controlla il traffico dei nostri processi corporei e il buon funzionamento dei sistemi enzimatici e cellulari.

Essenziale per la sintesi delle proteine, tiene sotto controllo la contrazione dei muscoli e interviene nella formazione dell’insulina.

È importante per il mantenimento dell’equilibrio acido-basico nel sangue, esercita un intervento normalizzatore sulla prostata con un ruolo notevole in tutti gli organi della riproduzione.

La dose consigliata giornaliera dovrebbe essere di 15 mg al giorno, ma occorre considerare che non tutti i cibi che contengono zinco, spesso ne hanno molto meno di quello dichiarato e che lo zinco ha numerosi antagonisti, quali la sudorazione, l’alcool assunto con l’alimentazione, lavorazioni degli alimenti.

In effetti, proprio a causa della trasformazione dei cibi, la maggior parte dello zinco presente nei cibi va perduto.

Una carenza di zinco potrebbe portare ad una forma di ipertrofia prostatica non tumorale.

Lo zinco accelera i processi di cicatrizzazione delle lesioni interne ed esterne e può favorire la prontezza mentale e dei riflessi.

 

Dove è possibile reperire lo zinco negli alimenti naturali?

Elemento Qta UM
Ostrica cotta: 181,61 mg
Ostrica: 90,81 mg
Cereali per colazione: 12,40 mg
Germe di grano: 12,29 mg
Fegato di bovino: 12,02 mg
Semi di papavero: 10,23 mg
Lievito di birra fresco: 9,97  mg
Cioccolato fondente amaro: 9,63 mg

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.